venerdì, dicembre 29, 2006

La casa sul lago del tempo


Ho appena visto questo film, incuriosita da un post che ha messo tempo fa Daniela.
E' un film alquanto strano, ma non voglio parlare della trama che comunque prende, ma del significato che io ho trovato in questo film.
Si parla di due persone che si cercano del tempo ed improvvisamente ho subito pensato alla mia storia con Orazio.
Due persone che si sono cercate da sempre, sapendo che da qualche parte di questo mondo pazzo esisteva la "persona", quell'unica persona in grado di capire, di percepire a pieno le emozioni e le sensazioni l'uno dell'altro.
Il nostro incontro del tutto casuale, assurdo, avvenuto in un momento per la vita di entrambi in cui non speravano più in nulla, in un momento in cui entrambi pensavano che sarebbero rimasti soli.
Il tempo questo misterioso signore che talvolta si prende gioco di noi esseri umani, magari facendoci perdere occasioni, persone ed invece improvvisamente questo signore ha deciso di concedere a due persone una possibilità di felicità.
Ha messo in mano di due perosne piene di paure e di dubbi qualcosa che va al di là di ogni possibile immaginazione, ma il signor tempo, in questione, aveva messo un trabochetto agli inizi, mi aveva terrorizzata e mi stava facendo fuggire via dalla pura felicità, ma il cuore che non segue nulla, se non ciò che lo emoziona ha voluto rischiare.....
Ed eccoci qua.... due persone che non hanno più paura della felicità, ma che al contrario hanno deciso di tuffarvicisi a pieno.....
Grazie signor tempo di averci dato la possibilità e di aver colto il momento giusto per noi......

2 commenti:

  1. Ciao Mary questo tuo intervento in qualche modo si oppone a quel che ho riportato nel mio blog a proposito del vero amore. A volte il tempo si prende gioco e a volte è "buono". Speriamo che nel 2007 non sia ancora "stronzo" nella tempistica per molti di noi che continuano ad aspettare che l'anima "affine" arrivi. Auguri a te ed Orazio...e w il destino,specie se favorevole! Buona notte, Valentina

    RispondiElimina
  2. La vita è proprio bella perchè ci sono le "eccezioni".

    Un frase del film:
    dietro l'angolo può esserci qualcosa di meglio....
    ma forse si rischia di restare in attesa tutta la vita

    Come tu stessa scrivi Mary, è che voi avete voluto "osare" (non senza difficoltà iniziali), ma è proprio questo il bello. Voi ci siete riusciti.

    Ma che dire: forse tanta "solitudine" al giorno d'oggi è per paura, timore, non accorgersi o non voler accorgersi????

    In ogni modo, auguri anche da parte mia a te e al tuo sovversivo amore.

    RispondiElimina