lunedì, gennaio 01, 2007

Riflessione

"Quasi tutti gli uomini
vivono, fisicamente,
intellettualmente o moralmente,
entro il cerchio d'una
parte assai ristretta del loro
essere potenziale.
Fanno uso d'una piccolissima
porzione della loro coscienza possibile
e in generale delle loro
risorse spirituali,
più o meno come un uomo
che contraesse l'abitudine
di usare e muovere,
del suo intero organismo,
soltanto il dito mignolo.
Situazioni d'emergenza e
crisi ci dimostrano che
possediamo risorse vitali
asssai superiori a
quanto supponessimo"


William James

3 commenti:

  1. Sì, condivido pienamente questa riflessione.
    Ho provato su me stessa, che in casi estremi, quella "macchina straordinaria" del corpo umano, unita alla propria sensibilità, intelligenza, e spirito di sopravvivenza, in casi estremi è in grado di agire in modo davvero sorprendente.
    E questo è un bene.

    Ma forse, il nostro "adagiarsi" abituale, invece, dovrebbe far pensare..... e magari spingerci ad essere un pò più attivi.....

    RispondiElimina
  2. Hai ragione, l'ho messo questo post più per me, perchè sono molto pigra!!!!E' di buon auspicio per qeusto nuovo anno!!!!
    Almeno me lo auguro!

    RispondiElimina
  3. .... Come dire.. Sante parole! eheh.. A volte ci accontentiamo di dare il minimo o ancora meno, in preda per lo più ai nostri stati d'animo, e poi scopriamo che quando vogliamo sappiamo essere straordinari..
    Tanti auguri anche a te, Mary e non sai quanto t'invidio per come hai passato queste feste :).. Sono contento che hai condiviso ciò che ho scritto, ma un augurio di buona fortuna affinchè ciò che viene sia sempre migliore di ciò che lasciamo ci sta sempre!
    Ciao! ;)
    Dany

    RispondiElimina