mercoledì, aprile 04, 2007

Il mondo perduto di Conan Doyle


Autore conosciuto per i suoi racconti il cui protagonista è l'investigatore Sherlock Holmes ed invece si è occupato anche di romanzi che si occupano di fantasy, certo in maniera più soft, ma comunque molto avvincente....
Devo dire che ogni tanto mi piace perdermi in mondi fuori dal comune....vedi Harry Potter!!!!
Inizialmente non mi prendeva molto questo libro, poi come spesso avviene ha preso vita e mi ha coinvolta!
Protagonisti sono quattro uomini che hanno deciso di mettersi in gioco, di dare una svolta alle loro vite.
Anche in testi come questi, dove la fantasia fa da padrone,possono trovarsi spunti di riflessione.
Ad esempio c'è una scena molto cruenta dove un uomo pacifico diventa un assassino, la cosa che mi ha lasciato perplessa è stata la sua affermazione:

"Io sono tenero per natura, e mi sono venute diverse volte le lacrime agli occhi a sentire le urla di una lepre ferita. Eppure,in quel momento, ero assetato di sangue. Mi ritrovai in piedi a scaricare un caricatore dietro l'altro, esaltandomi e lanciando urla di gioia e di autentica ferocia per il massacroche stavo compiendo."

Questa scena mi ha fatto pensare al film di Oliver Stone "Assassini nati", siamo tutti potenziali assassini?
Credo di si, anch'io.
Credo che in determinate situazioni abbiamo la capacità di mutare, l'uomo è l'essere più mutevole che esista e non credo che tutti non potremmo arrivare mai a far qualcosa di assurdo,anzi al contrario siamo tutti nati per uccidere, poi certo scegliamo di non uccidere. Prendete ad esempio i bambini, sanno essere molto crudeli, per natura lo siamo, solo che poi crescendo a volte sappiamo misurare la rabbia e decidiamo di non far del male, a volte ci lasciamo prendere dalla rabbia e talvolta in casi estremi di terrore puro sappiamo essere più spietati che mai...
Buona lettura

1 commento:

  1. Sì, potenzialmente tutti potremmo uccidere. Sta alla propria capacità di razionalizzare ogni situazione il sapersi comportare.
    Come vedi sono rientrato da qualche giorno, e passo per salutarti e porgerti i miei migliori auguri per una Serena Pasqua. A te, a Orazio e ai tuoi cari...

    RispondiElimina