lunedì, agosto 27, 2007

Domenica pomeriggio al Castello





Abbiamo passato la domenica pomeriggio respirando arte, siamo andati, io e il mio amore, a vedere il Castello Ursino a Catania:http://www.turismo.catania.it/.
Una costruzione imponente che non avevamo mai visto all'interno, per cui abbiamo colto l'occasione delle aperture straordinarie estive e siamo andati a fare i turisti nella nostra città.
Abbiamo visitato il piano terra, l'unico, ahimè, disponibile al pubblico,abbiamo saputo successivamente che le altre ale aspettano il via dalla Sovraintendenza, da premettere che aspettano da circa 4 anni, il museo ha riaperto solo l'anno scorso, perchè era chiuso da ben 4 anni aspettando sempre che si decidessero a dare il consenso per l'apertura.
E' stato molto piacevole tuffarsi nel passato, ammirare le statue che avevano più di duemila e cinquecento anni, osservare le fini decorazioni dei vasi di terracotta.
Con Orazio abbiamo parlato del fatto come noi, gente del futuro, per amore del progresso, abbiamo smesso di guardare al passato, abbiamo smesso di guardare alla bellezza vera, come quest'ideale di bellezza nella nostra società è diventato l'ideale della liposuzione, della rinoplastica e del vuoto mentale.
La cura del corpo,da noi oggi professata in qualsiasi modo, aveva una funzione educatrice, non era essere belli e basta, era una cura che avveniva insieme alla cura della mente, nutrire la mente con i grandi filosofi, occuparsi della poesia, della pittura, della scultura e di tutte le materie che potevano fornire nutrimento alla mente.
Oggi non è più così, il gymnasium non esiste più, i fanciulli non vengono educati in nulla, sono ben pochi quelli che si avvicinano all'arte in genere.
Un tempo i grandi uomini ricchi sovvenzionavano gli artisti, e loro stessi erano uomini di grande culturi,guardiamo i ricchi di oggi, gente che non sa nulla e stanno anche al governo.
Dovremmo tornare a leggere Platone e forse torneremo alla civiltà ed al vero culto della bellezza.

Nessun commento:

Posta un commento