lunedì, settembre 10, 2007

La regina degli Elfi


Terzo libro della di Shannara, molto emozionante, pieno di azione e suspance, avvincente, sempre all'insegna di personaggi molto vicino ai lettori.
Qui ho trovato nuove sfumature e spunti di riflessione.
Brevemente accenno alla vicenda:
Wren Omsford è l'altra protagonista di questa vicenda, ella ha il ocmpito di ritrovare gli Elfi e riportarli alle Quattro terre, compito affidatogli da Allanon, compito molto aurduo e pieno di trappole.
Trovati lgi Elfi deve riuscire il modo a riportarli e questo viaggio per tornare alle Terre dell'Ovest è una prova per la giovane Omsford, una prova che la trasformerà totalmente.

Ci si perde un pò dietro ai ragionamenti dei personaggi, molti dubbi, incertezze, un pò come noi lettori, ciò che più mi ha colpito e che è comunque un mal comune è la sete di potere.
Riferito al libro è la sete di magia che hanno gli Ombrati, figure misteriose, sete di magia ha Wren, anche se è indotta ad averne poichè il potere delle pietre magiche posside la seduce, ma è qui che sta la crescita del perosnaggio, riesce a tornare sempre se stessa nonostante lo stato di assoluta ebbrezza che prova usando le pietre.
Sete di magia che ha Gavilan, cugino di Wren, destinato a farsi uccidere a causa di questa sete.
La sete di magia è la nostra sete di potere, il nostro voler sentirsi al di sopra del tutto, anche la notorietà spicciola che ci propongono alcuni programmi che non è che sete "di magia", che ha la capacità di sedurti e far perdere completamente la ragione.
In questo libro ho un pò trovato quasi una denuncia del mondo moderno fatto di lustrini e di ben poca sostanza.....


Buona lettura ed al prossimo libro che concluderà questo ciclo.....

Nessun commento:

Posta un commento