giovedì, agosto 21, 2008

L'eleganza del riccio

"Mi chiamo Renée. Ho cinquantaquattro anni. Da ventisette sono la portinaia al numero 7 di rue de Grenelle, un bel palazzo privato con cortile e giardino interni, suddiviso in otto appartamenti di lusso, tutti abitati, tutti enormi. Sono vedova, bassa, brutta, grassottella, ho i calli ai piedi e, se penso a certe mattine autolesionistiche, l'alito di un mammut. Non ho studiato, sono sempre stata povera, discreta e insignificante."


Questa è la presentazione di una delle protagoniste, l'altra è Paloma, ragazzina di 12 anni, che vedendo la vita attorno a sè decide in maniera lucida e razionale di voler lasciare il mondo, ha anche stabilito una data il 16 giugno, ma ci sarà un evento che farà in modo che Paloma impari ad apprezzare ciò che la circonda e a cominciare a vedre al di là delle brutture del mondo e sarà questo cambiamento che farà uscire dal riccio Renée, la quale si nasconde dietro un'immagine di scialba di essere insignificante a far vedere chi è realmente: una donna coltissima.
Tutto questo viene arricchito da pensieri filosofici molto ben espressi, escludendo i giri di parole dei filosofi troppi impegnati a parlare ad una cerchia ristrettissima di lettori, qui invece la filosofia viene trattata da chi, non è filosofo, come mezzo per comprendere il mondo e le differenze sociali in maniera elegante e semplice.
Un libro che si legge con molta facilità, che pone spunti di riflessione sulla vita e su tutto ciò che ruota intorno a lei.
I personaggi sono ben delineati, anche i secondari, è quasi un romanzo a due voci che poi diventano un'unica voce, un'unica anima.
Bello e molto commovente.


Vi lascio con questo bel libro, per un pò non mi occuperò del blog, perchè finalmente vado in vacanza, precisamente a Praga, l'avevo già annunciato ma adesso è giunto il giorno tanto desiderato.Vi auguro buone vacanze, a settembre.
Baci e come sempre buona lettura.

5 commenti:

  1. Guarda, non mi parlare di questo libro. Ho pianto - per davvero - per quindici minuti, quando l'ho terminato! Ultracommovente...!!

    RispondiElimina
  2. Ciao, nel mio blog si sta lavorando a un progetto denominato "Copione teatrale Open Source" è un lavoro per chi ama la creatività e mi piacerebbe se partecipassi anche tu, passa a dare un'occhiata e fammi sapere.

    questo è il link del blog:

    http://teatroopensource.blogspot.com/

    Ciao e a presto spero ;)

    p.s.

    Se non puoi partecipare possiamo fare semplicemente uno scambio link se ti va

    RispondiElimina
  3. grazie per la recensione, avevo già voglia di leggero, ora ancora di più!
    Patti
    p.s.per aver partecipato al mio blogfestadicompleanno ti ho preparato un piccolo pensierino. Mi mandi il tuo indirizzo?la mia mail è pamael@libero.it.
    Grazie!!! e naturalmente buone vacanze!!!

    RispondiElimina
  4. Ciao. Sono capitata per caso nel tuo blog e sono proprio felice che ciò mi sia accaduto.
    innanzitutto congratulazioni e auguri a te e tuo marito di tanta serenità e di mille cose condivise con amore e rispetto! Siete bellissimi.
    Sono anch'io una buona lettrice, meno raffinata di te, ma amo molto leggere. Anche a me "L'eleganza del riccio" è piaciuto moltissimo, sempre più man mano che procedevo nella lettura.
    anche la veste del tuo blog è molto bella, originale e suggestiva: complimenti.
    Spero non ti dispiaccia se ti ho inserito tra i miei preferiti.
    Ciao
    Nicoletta

    RispondiElimina
  5. Ciao mary, grazie per aver accolto l'invito, tranquilla per vedere il tuo racconto la scelta verrà effettuata dopo il 31, non c'è fretta, preferisco perdere un po' di tempo in piu' piuttosto che rinunciare a una storia ;D

    Ti aspetto, lino anche io il tuo blog e ti inserisco tra i partecipanti.

    RispondiElimina