Una notte senza sonno

Camminavo piano per non farmi sentire da chi dormiva tranquillo nel proprio letto, al caldo, sognando chissà cosa.

Il corridoio di casa mia è lungo e la distanza tra la mia camera e lo studio è abbastanza per svegliare i miei. Dimenticavo, ho una sorella, una di quelle che fanno di tutto per metterti in cattiva luce con i genitori, una di quelle che è brava a scuola, è carina, simpatica, una di quelle che non vorresti come sorella e guardi il cielo chiedentoti perchè proprio a te hanno deciso di lasciartela come regalo per la Befana. Ma non bastava un pò di carbone? Si sono cattiva e allora?

A parte qeuste elucubrazioni, vorrei presentarmi: mi chiamo Giovanna, ho 16 anni, non sono carina, non sono brava a scuola e non dormo. Non ricordo più quando ho fatto l'ultimo sogno e dire che ero fantasiosa!

Ricordo un sogno bellissimo, talmente bello che l'ho riportato su un quaderno, ogni tanto lo leggo per non dimenticarlo, rivedo tutto, e sento le emozioni provate.

Se mi ci metto riesco a scrivere bene, ma solo se mi va, solo per le cose che per me valgono, e questo sogno ne valeva la pena. Ricordo ancora oggi la sensazione di pace avuta al risveglio. Benessere assoluto.

Riguardo all'applicazione nello scrivere, anche la mia insegnante me lo dice sempre:"E' un peccato che tu non t'impegni semrpe così, quando hai l'argomento che ti piace scrivi in maniera straordinaria, ma per tutto il resto scrivi come una gallina , senza senso, senza forma".

La forma, ecco una cosa che non ho mai capito. Chi stabilisce qual'è la forma perfetta nello scrivere? nell'arte? nella geometria? Può esistere qualcuno che sia al di sopra di tutto per dire:"Ecco questa è la forma perfetta". E' come nel cerchio, figura geometrica amata da molti, osannata direi, questa figura che non ha inzio né fine, ma che gira intorno a se stessa, senza dar possibilità a niente di netrare e deviare il percorso, dar vitalità o allegria, ma che senso ha?

Elucubrazioni. Tante elucubrazioni.

Appunto elucubrazioni, stavo parlando del mio sogno bellissimo e sono finita a paralare del cerchio. Elucubrazioni.

Ho acceso la piccola luce sullo scrittoio, mi siedo e guardo il foglio bianco sempre pronto  per essere imbrattato dalle parole. Ma stasera non vengono fuori. Blocco dello scrittore? No. Semplicemente ho esaurita la fantasia. Perchè allora sono qui? Abitudine. Noia. Irrequietezza. Insonnia.

Nel mio bellissimo sogno vagavo  tra prati verdi, a piedi nudi, sentivo la sofficità dell'erba ed il fastidio del contatto tra la pelle e l'erba. Il cielo non era sereno come ci si aspetta da un sogno bellissimo. Era pieno di nuvole nere, ma non c'era vneto, va bene era brutto il tempo, ma è pur sempre un sogno, per cui il tempo non è reale e poi è il mio sogno di sogno o no?

Camminavo, camminavo, ma davanti a me non c'erano case o altro. Ero in un enorme prato dove da lì a poco si sarebbe catapultato il diluvio universale.

Ma non ero spaventata, ero felice.

Questo è il sogno più bello che ho mai fatto. Delusi? Ma che vi aspettavate? Io sul cavallo bianco? Io regina? Io coniglietta di Play-boy? No, avete sbagliato, io Giovanna, 16 anni, non carina, sogno cose che per gli altri sono incubi, per me sogni bellissimi.

Ad ognuno il suo sogno.

Commenti

  1. Fantastico! Adoro questo stile ...
    Lì per li non capivo se avevi sedici anni o no, poi ho letto il tuo profilo.
    Brava, complimenti.

    Bak

    http://haikelbak.blogspot.com
    http://radiopazza.blogspot.com

    RispondiElimina
  2. Ciao molto bella la tua storia, ti ringrazio davvero per averla pubblicata :D

    Però mi piacerebbe sapere come si evolve il racconto, li hai praticamente presentato il personaggio, ma servirebbe una storia per poterci lavorare su.

    Abbiamo spostato la data della scelta del racconto al 7 settembre.

    Grazie ancora :D

    p.s.

    Mi piace davvero tanto come scrivi

    RispondiElimina
  3. Grazie troppo buono!!!!!!!!!!!!!!!
    Ciao e benvenuto sul mio blog.
    Mary

    RispondiElimina
  4. Ciao Grifis, anche mio marito vuol sapere come va a finire....non lo so, cmq cercherò di vedere ciò che mi suggerisce la storia.
    A presto e grazie ancora

    RispondiElimina
  5. Bello questo racconto, suscita molta curiosità. Ho notato che tra i tuoi film preferiti ci sono "C'è posta per te" e "Harry ti presento Sally", li adoro.Il primo è il film con il quale io e la mia fidanzata ci siamo messi insieme (ci ho scritto un post), il secondo è da sempre tra i miei preferiti e presto ne parlerò.Complimenti!!!

    RispondiElimina
  6. Per The Tram: adoro quei film, li ritengo straordinari, soprattutto Harry ti presento Sally, meraviglioso, esilarante e pieno di poesia...
    Buona giornata

    RispondiElimina
  7. Mi è piaciuto moltissimo il tuo scritto, il personaggio mi sembra molto valido. Per un attimo mi ha fatto pensare a "margherita dolce vita " di Benni, ma il tuo stile è più dolce, "adolescenziale". Che bella prova di scrittura! Come altri aspetto il seguito. Intanto ti faccio i complimenti.
    Ciao. Un abbraccio
    Nicoletta

    RispondiElimina
  8. Ciao, scambio link?

    Bak

    ps. radiopazza.blogspot.com number 7 is online

    RispondiElimina
  9. E quindi, non solo pittrice, ma anche scrittrice?
    caspita che bella sorpresa leggerti in questa veste..... :D

    Ma non puoi tenerci in suspace, aspettiamo il continuo.....

    RispondiElimina
  10. Ciao, può sembrare "cafona" ma lascio questo messaggio uguale a tutte/i le mie premiate "Punto Arte della vita"! Se ti va passa a ritirarlo, se no prendilo comunque come un attestato di stima per il tuo lavoro di condivisione! Un caro saluto, Fata Bislacca

    RispondiElimina
  11. Ciao Mafalda, quando puoi passa a trovarmi, hai vinto il premio Proximidade.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari