venerdì, ottobre 03, 2008

Riflessione mattutina

Sono le 4.48 del 3 ottobre, mi sono svegliata con un pensiero. Non ho le abajuor, questo può sembrare irrilevante, ma per una giovane donna appena sposata non lo è. Da ragazzina non m'interessavano queste cose, il senso del non completo in casa mi sembrava bello, il non curarmi delle cose era prassi, ma adesso a 31 anni mi sveglio e non dormo. A luglio, prima di sposarmi mi hanno regalato un lampadario per la stanza da letto, bellissimo, per cui per la mania di noi di avere tutto coordinato ho ordinato nello stesso negozio le bajuor, siamo ad ottobre ed io non ho le ho ancora, ovviamente la proprietaria del negozio ha voluto l'anticipo, ma a distanza di 3 mesi io ancora aspetto. La signora, dopo aver sollecitato, mi ha detto che se le volevo subito avrei dovuto pagare io le spese di spedizione, 30 euro in più, quindi dopo che mi hanno speso 170 euro per il lampadario, aver dato 40 euro di acconto per abajour, il cui prezzo finale è di 120 euro dovrei pagare ancora di più, e chi mi ha regalato il lampadario è cliente, si è comprata di recente tutti i lampadari di casa, ma vi sembra giusto? Ciliegina sulla torta, ho messo altri lampadari a casa mia, ma non funzionano, ho la luce grazie alle piantane ed io aspetto ancora che mio marito chiami l'elettricista affinchè risolva il problema! Io aspetto da 3 mesi! Ma posso ancora attendere? Pensate che io esageri? Pensate che è eccessivo volere avere casa mia ben funzionante? E' probabile, ma è casa mia e la voglio bella, voglio poter usare le cose che comprato. Forse sto invecchiando perchè non è normale svegliarsi ed incepparsi su questo pensiero che non riesce a farmi dormire e che mi trascina davanti al pc e farmi scrivere sto post, farmi svegliare e mettermi a fumare di notte cosa che non faccio mai, si, credo che ormai il cervello è arrivato al limite, sono come tutte le donne che s'inpuntano sulla casa, sull'apprensione di avere una bella casa, se guardo indietro tutto ciò mi sembra ridicolo, fino ad un paio d'anni fa non lo avrei creduto, avevo 4 buchi ad un orecchio e due nell'altro, adesso ho quelli standard, concessi ad una donna sposata, oddio sono come tutti...........Non voglio offendere nessuno, il mio discorso è relativo a me, sono cambiata e ciò mi spiazza totalmente. Ero una ragazza che viveva alla giornata, ora sono una donna che tiene a tutto e si calcola il tempo per fare le cose, penso a tre mila cosa. E' questa l'età adulta?

Va be' torno a letto, fra un paio d'ore devo andare a lavoro.

Buon lavoro a voi.

10 commenti:

  1. Ti sei sposata da poco, tra cerimonia, regali, viaggio, cose da sistemare non ci avevi pensato, poi, appena l'attenzione per l'aspetto materiale sta scemando ti sei resa conto dei cambiamenti e la loro inesorabilità.

    Sei una persona sensibile e avrai sicuramente capito che non è tanto l'oggettistica della casa a turbarti, ma la paura di non riuscire a tenere la situazione sotto controllo e a gestire tutto come dovrebbe essere gestito.

    E' un passaggio naturale, devi solo indossare la tua nuova vita come fosse un paio di scarpe nuove e bellissime.
    Un po' scomoda all'inizio, ma poi ti porteranno lontanissimo.

    Vedrai.

    RispondiElimina
  2. Devo dirti che sono più felice ora che in passato, finalmente ho una mia vita, faccio ciò che voglio con la complicità di mio marito, ma è anche vero che ho cambiato tutto, io che quando le cose non andavano bene, per rezione mi tagliavo i capelli!Reagivo così, era il mio modo di dare una svolta, ovviamente nn cambiava nulla!
    Grazie Elena baciuzzo

    RispondiElimina
  3. Cara Mary,
    anche se non sono sposata... però ci sono passata anche io e da pochi mesi al trasloco in una casa nuova... e ti confermo che è assolutamente normale avere questi pensieri in piena notte.

    ma è anche questo: stai maturando, e per una donna, credo che sia assolutamente normale, come da DNA, cercare di avere tutto sotto controllo, per una propria soddisfazione dell'essere donna.

    pazienta un pochetto, e vedrai che questi pensieri spariranno.
    e poi.... avere l'appoggio del proprio compagno, non è assolutamente poco....

    vi auguro tanta serenità
    un abbraccio
    Daniela

    RispondiElimina
  4. Eh, si!!! Mi associo al bellissimo commento di Elena, dopo averlo letto non oso aggiungere altro per non rompere la poesia e la trasparenza del suo messaggio!!! Un abbraccio da donna a donna, da anima ad anima!

    RispondiElimina
  5. :-) non ho altre parole, ho letto cio' che hai scritto ed è tutto vero. Si cresce inesorabilmente ma senza paura.

    Mi chiedevi se gli schemi che sto realizzando li puoi trovare in merceria o su internet.

    Io ho creato un piccolo negozio online, dove mostro tutti gli schemi che ho in negozio, se lo desideri puoi fare un giretto, e se c'è qualcosa che ti interessa te li posso spedire.

    questo è il sito www.ilnegoziodigio.blogspot.com

    Ti abbraccio forte forte

    gio'

    RispondiElimina
  6. Cara Mafalda, credo che i tuoi pensieri siano i pensieri che passano a tutti per la testa, una volta realizzato che finalmente hai la tua casa e la vuoi vedere come dici tu!!

    2 considerazioni:

    1)La signora del negozio ha dimostarto poca serietà, ma continuerà a farlo se non le dai il tormento.Chiamala tutti i santi giorni per avere notizie delle tue abajour e vedrai che alla fine te le andrà a prendere di persona per non sentirti più.

    2)Ogni giorno che passa prego affinchè anch'io possa avere i pensieri cha stai avendo tu: vedere la casa dei miei sogni, cosi' come l'ho sempre desiderata. Quando arriverà quel giorno, vorrà dire che finalmente sarò riuscito ad avere un tetto da condividere con il mio grande amore (di cui dovresti ormai conoscere l'identità)!!

    Scusa se mi sono dilungato e non ti preoccupare dei tuoi pensieri, è soltanto l'emozione di vivere una nuova, fantastica ed importante, fase della tua vita.

    Ciao.

    RispondiElimina
  7. Vi ringrazio per i commenti, no anzi, per il vostro sentimento che avete messo, io pensavo di aver scritto minchiate!A quanto pare non è così, mi sa che queste riflessioni mattutine a qualcosa servono.

    Daniela: grazie per il tuo pensiero dolcissimo, è vero avere un compagno come il mio è già un passo avanti, poverino come mi sopporta lui........... !!!!!!!!!!!Una statua a quel sant'uomo!!!!!!!!!eCCO....

    Fata bislacca: ricambio l'abbraccio con piacere, da donna a donna....che bella la complicità femminile!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Giovanna: ti ho risposto sul tuo blog.Crescere fa paura, ma nel mio caso è stato un bene, questi cambiamenti mi stanno facendo conoscere qualcosa di me che non mi dispiace.

    The Tramp:Forza e coraggio, c'è un detto :"Aiutati che Dio di aiuta", quindi rimboccati le maniche e dacci dentro con il tuo sogno. Io ed Orazio abbiamo lavorato molto per realizzare tutto questo, con molta fatica te lo assicuro, eppure in due anni siamo riusciti a sposarci. Abbiamo fatto 2 anni di fidanzamento a giugno, il 20 ed il 12 luglio ci siamo sposati. Dopo un anno e 4 mesi abbiamo fissato la data, non avevamo molto, anzi quasi nulla, ma siamo fieri, perchè con sacrificio abbiamo realizzato il nostro sogno.
    Trovare la persona che ti è stata assegnata non è semplice, in giro c'è tanta sporcizia, gente che s'illude di aver trovato il grande amore, poi invece non fanno altro che ingannare se stessi e l'altro.
    Vi auguro di realizzare il vostro sogno d'amore.

    Grazie a tutti voi.
    Mary

    RispondiElimina
  8. indubbiamente sei cresciuta... ma tranquilla, hai sempre avuto quest'animo precisino!!!
    gabriella

    RispondiElimina
  9. Sei troppo forte...ti riporto un discorso fatto ieri da mio nonno su mia madre: "Pensare che in camera sua da ragazza non ci si entrava nemmeno da tanta era la confusione... e ora guarda con che cura gestisce la casa!!!" Come vedi sicuramente l'avere una casa propria, progettata con cura, i famosi due cuori e una capanna, porta anche a questi cambiamenti.,.. che non sono poi brutti. Chissà quando toccherà a me!!! Te lo scriverò! Per ora dico che la mia lampada era piena di polvere... grazie a questo post l'ho osservata con cura e l'ho pulita! ehehehhe ciao ciao

    RispondiElimina
  10. Mi associo ai tanti commenti: sicuramente il matrimonio comporta un grande cambiamento esistenziale e occorre tempo per adattarsi ai nuovi impegni, ai nuovi ritmi, anche se sono cose che hai desiderato con tutto il tuo cuore e che sei felicissima di aver raggiunto. Altrettanto certo è che crescendo si cambiano idee, gusti ecc.
    Per la rabbia che ti danno le cose malfunzionanti, ti offro un'altra chiave di lettura : tu sei molto innamorata di tuo marito ed esprimi il tuo amore per lui e la felicità per la nuova vita coniugale, tra i tanti modi, anche nella cura e nell'amore per la casa, nel curarla, pulirla, renderla calda accogliente e praticamente perfetta. Le lampade in ritardo o quelle che non funzionano ti disturbano e ti innervosiscono perché incrinano questa perfezione: un po' di pazienza e tutto si aggiusterà. Non stressare tuo marito con la storia dell'elettricista! Pensa, io ho traslocato in questa casa da quasi sette anni e in soggiorno ho 2 luci da soffitto: in una c'è un discreto lampadario (riciclato dall'altra casa) e nell'altra c'è una lampadona col suo bravo filo pendente. All'inizio mi arrabbiavo e dicevo a mio marito che avremmo dovuto cercare un bel lampadario per la sala, adesso mi sono talmente abituata che la trovo perfino divertente.
    Un abbraccio
    Nicoletta

    RispondiElimina