mercoledì, novembre 26, 2008

Il mondo di Sofia

copj13.asp

"Sofia Amundensen stava tornando da scuola. Aveva percorso il primo tratto di strada insieme a Jorunn e avevano parlato di robot."

Inizia così la storia di Sofia, scritta da Jostein Gaarder, ragazzina alla vigilia dei suoi 15 anni, un giorno trova delle domande molto strane nella sua cassetta della posta ed ha inizio per lei uno straordinario percorso nei meandri della filosofia, a tenere questo corso di filosofia è l'altrettanto misterioso Alberto Knox, un filosofo.

Ma a prima lettura questo sembra il nucleo centrale del libro, ma andando avanti ci si accorge che non è così, a rendere tutto misterioso sono l'arrivo, nella cassetta della posta di Sofia, di alcune cartoline indirizzate ad una certa Hilde Moller Knag. E' un errore o sono funzionali?

Ciò che sembra una cornice diventa il nucleo centrale e ciò che è nucleo centrale diventa cornice. Tutto sembra il contrario di tutto eppure dietro c'è solo un bellissimo regalo di compleanno.

Un libro intenso e molto appasionante, per chi come non ha mai capito molto di filosofia e che comunque continua a porsi domande, ma anche per chi della filosofia ha fatto il suo mestiere può sicuramente affascinare e dare la possibilità di vedere la filosofia attraverso gli occhi di una ragazzina.

Alcuni brani del libro :

"Non è possibile consultare un’enciclopedia per scoprire se esiste Dio o se la vita continua oltre la morte. Allo stesso modo nessuna enciclopedia ci può dire come dovremmo vivere. Però, se vogliamo mettere a punto un nostro modo di vedere la vita, può esserci d’aiuto leggere quello che altri uomini hanno pensato”.

"A Hilde vennero in mente alcuni versi di una poesia di Arnulf Overland:

Mi svegliai una notte per via di uno strano sogno,

era come se una voce mi stesse parlando,

lontana come una corrente sotterranea....

e io mi alzai:Che vuoi da me?"

"Si, anche noi siamo polvere di stelle"

"Anche noi due abbiamo avuto origine con il big bang, la grande esplosione, perchè tutta la materia che forma l'universo rappresenta un'unità organica. Nei tempi primordiali, tutta la materia era concentrata in una massa così pesante che la capocchia di uno spillo sarebbe pesata molti miliardi di tonnellate. Questo "atomo primordiale" esplose a causa dell'enorme gravitazione. Fu come se qualcosa andasse in pezzi. Ma quando alziamo lo sguardo verso il cielo, cerchiamo di trovare una strada che ci porti lassù."

Buona lettura

7 commenti:

  1. Bella proposta di lettura, complimenti. Grazie per aver detto la tua nel mio ultimo post, appena riesco risponderò a tutti. A presto.

    RispondiElimina
  2. Brava!Hai completato di leggere il libro sul comodino.
    Vorrei tuffarmi anch'io nella lettura, come facevo alcuni mesi fa, ma adesso non ci riesco proprio.
    Ho bisogno di tenermi occupata ed è per questo che oltre a lavoro, casa, faccio coppia fissa con uncinetto e pennelli.
    Un bacio, monella.

    RispondiElimina
  3. Cara cara, troppo stanca per leggere il tuo post e quindi tornerò, ma pensavo a te ed ho visto il post di Orazio e allora ho pensato di lasciarti qui un salutino in attesa di tempi più tranquilli! Spero state bene entrambi e che tutto proceda per il meglio illuminati dai vostri abat-jour!!!!

    RispondiElimina
  4. Che piacereee! Grazie d'essere passata a "conoscermi". Tuo marito è un portento, non so come faremmo se non ci fossero le sue indicazioni...io almeno sarei indietro anni luce. Appena ho un attimo faccio un bel giro approfondito nel tuo blog. Promette bene.

    RispondiElimina
  5. Grazie del consiglio,

    io sono in pieno ciclone creativo e lavorativo e guarda caso mi è venuta la pulsione a leggere.

    Sto praticamente divorando di tutto, ho trovato nella mia libreria due libretti presi e messi da parte, uno di Andrea Vitali e uno della Tamaro che ho letto in una notte...
    Adesso devo cercare qualcosa di interessante e in libreria ho visto che sono usciti i miei autori preferiti: Stephen King e Jeffery Deaver, non vedo l'ora di metterci le manacce :D

    Mi fa piacere che il cosino briluccicoso ti sia piaciuto, ma a vederlo non è che mi soddisfi un granchè, i colori non vanno, mi sa che pensero' a qualche altra cosa ;)

    RispondiElimina
  6. Vedi se ti piace :)

    http://i204.photobucket.com/albums/bb201/elenaele71/banner%20vari/agenda04cabeceralz2.jpg

    RispondiElimina
  7. Ciao, ho fatto un bel giro nel tuo blog e ciò che colpisce più di tutto è l'amore che hai per LUI, in nostro mitico Tenebrae. E' una grande fortuna essere innamorati. Anch'io lo sono.

    RispondiElimina