martedì, aprile 21, 2009

Il bar delle grandi speranze


Scritto da un giornalista americano J.R. Moehringer è la sua autobiografia.
Cresciuto dalla madre e dalla famiglia di lei, il padre li abbandonò quando J.R. era piccolo.
Vissuto sempre all'ombra della Voce del padre, è un conduttore radiofonico, che cerca disperatamente la sera alla radio, quasi come una sorta di conforto, quasi come per illudersi che suo padre lo ama e pensa a lui.
Ma quando tutto questo non gli basta si rifugia nel bar.
I bar in America hanno una funzione dogmatica, è lì che i veri uomini dimostrano la loro vera natura, la loro fragilità, la loro miseria, meschinità ed il loro modo di reagire a ciò che li circonda, ma allo stesso tempo è la loro grande debolezza.
J.R. lo capisce tardi, quando tutto sembra ormai perduto. Capisce il vero significato della sua esistenza, dell'immenso sacrificio che ha fatto sua madre e del suo infinito amore.
E' un libro piacevole, scorrevole, pieno di sentimenti dolci ed amari.
Pieno di contraddizioni e di grande letteratura americana, di citazioni letterarie, di sfide, di partite perse.
Ho letto questo libro partecipando ad un forum sui libri,  a cui adesso partecipo attivamente.

Vi auguro come sempre una buona lettura.

2 commenti:

  1. Sono abbastanza incuriosita... appena passo in libreria (spero presto)gli darò un'occhiata

    RispondiElimina
  2. Grazie... sempre utili i tuoi suggerimenti. bacioni

    RispondiElimina