martedì, giugno 02, 2009

Il profumo

Questo libro mi è stato prestato da una mia amica e tutta incuriosita ho cominciato a leggerlo. Come il titolo suggerisce parla di profumi, di odori, odori della natura, odori umani.
La vicenda si svolge in Francia tra la fine del 700 e l'inizio dell'800.
Il protagonista è Jean-Baptiste Grenouille,figlio di una poco di buono, che generalmente mette alla luce figli morti, ma stavolta questo bambino sopravvive, mentre lei muore.
Ma il bambino in questione è particolare gia' da subito allarga le narici per captare gli odori. Si ha una dote olfattiva fuori dal comune, ma nessuno lo capisce e perfino la balia a cui lo hanno affidato si rifiuta di continuare ad allattarlo, lei si sente come rubata di qualcosa, il suo odore.
Ma ciò che più ripugna tutti è l'odore del bambino che non ha odore.
Il bambino cresce in orfanotrofio, tutti stanno lontano da lui e lui sta lontano da tutti. Crescendo Grenuille capisce che il suo futuro è nel creare il profumo perfetto. Ma come si può creare? Grenuille percepisce che certe persone hanno un profumo fuori dal comune e vuole impossessarne per sempre.
Da qui hanno inizio una serie di delitti.
Qui mi fermo e do a voi la possibilità di entrare nel mondo di odori di Grenuille.
Diventato best sellers viene poi realizzato un film nel 2006.
Se volete leggere una storia fuori dal comune ve lo consiglio.
Buona lettura.

6 commenti:

  1. Mi ha incuriosito la trama....
    Non conoscevo questo libro nonostante fosse un best sellers.
    Baciuzzo
    Stefania

    RispondiElimina
  2. bellissimo!!! l'ho amato da subito, poi l'ho riletto pure in tedesco!
    bella scelta.

    RispondiElimina
  3. Per Fabio: grazie, ma mi è capitato tra le mani per caso, come a volte mi succede con i libri.

    Per Girasolina: mia cara non mi hai più fatto sapere se il libro che ti ho regalato alla fine ti sia piaciuto.!!!!!!!!!!!!

    Buona serata a tutti

    RispondiElimina
  4. Grazie per l'informazione. Spero di avere il tempo di leggerlo...
    Ciao

    RispondiElimina
  5. Ho letto anch'io questo libro, incuriosita appunto dal "profumo". E' stata indubbiamente una bella scoperta, non senza colpi di scena.
    Avendo visto anche il film, come sempre confermo che il libro non ha confronti.
    Ritengo che sia utile leggere questo libro, per avere delle visioni "differenti".

    RispondiElimina
  6. Per Fabio Borello: dai arriva l'estate e concediti una pausa letteraria, poi dimmi se ti è piaciuto.
    Per Dany: il film ce l'ho ,ma ancora non l'ho visto, ho preferito leggermi prima il libro per non guastarmi la lettura ;)
    A presto Mary

    RispondiElimina