lunedì, dicembre 27, 2010

La donna delle rose di C.Link

Da tempo avevo comprato questo libro, che è uscito in edizione economica, ma fino ad adesso non ero riuscita a prenderlo in mano e lasciarmi coinvolgere dalla scrittura. Perché? Purtroppo le edizioni economiche, talvolta, non vengono curate bene, voglio dire pur di far uscire un libro in edizione economica le case editrici riducono, in maniera eccessiva, l’impaginazione e soprattutto i caratteri , nota dolente per cui non riuscivo mai ad andare avanti con la lettura del libro. Il carattere utilizzato è talmente piccolo e la pagina scura che i miei poveri occhietti si rifiutavano assolutamente di procedere con la storia. Ma siccome conosco l’autrice di cui ho già letto il bellissimo “La casa delle sorelle” ed il titolo e la quarta di copertina mi attirava ho deciso di forzare il rifiuto dei miei occhi. E per fortuna!

La trama:

In preda a una profonda crisi personale Franca Palmer,una giovane insegnante berlinese, si rifugia sull’isola di Guernsey, nel Canale della Manica, per ritrovare se stessa. Ad accoglierla con cordiale ospitalità a Le Variouf è Beatrice Shaye, un’anziana signora inglese che, in compagnia dell’ottantenne Helene, vive in una bella villa di mattoni rossi curando uno splendido roseto. Le giornate trascorrono piacevoli, ma Franca percepisce attorno alla casa una cortina di mistero. Avverte che il rapporto tra le due donne nasconde odi, tensioni e rivalità…

E’ Beatrice a svelare un po’ per volta alla sua ospite i segreti del passato: le racconta gli anni dell’occupazione tedesca, la scomparsa dei genitori,le privazioni, l’amore per un prigioniero francese, il matrimonio con professore di Oxford. Le parla di Helene Feldmann, la giovane tedesca trasferitasi sull’isola assieme al marito ufficiale, e mai più ripartita.

La tensione tra le due anziane signore si inasprisce fino a quando una tragedia inattesa ne segna l’epilogo, esattamente quarantacinque anni dopo quel lontano dramma che aveva segnato per sempre le loro vite…

 

Un libro molto intenso, scorrevolissimo, non si riesce a staccarsene, la storia prende il lettore in un turbinio di emozioni, ci si lascia prendere dalla narrazione degli avvenimenti del passato che d’improvviso s’intrecciano con il presente e che danno una visione del futuro assolutamente incerto ed imprevedibile. Personaggi dettagliatissimi, anche i co-protagonisti vengono seguiti nei pensieri, nella loro vita privata, perché anche se in piccolo rendono la storia avvincente e la loro esistenza hanno una funzione vitale nel racconto.

Mi piace molto questa scrittrice, il suo modo di parlare dei sentimenti, di sbriciolarli e poi rimetterli assieme riuscendo a dare voce in maniera piena al grido di dolore nascosto dietro le apparenze.

Un libro che vi consiglio pienamente per una lettura coinvolgente e mai noiosa.

Buona lettura

4 commenti:

  1. Che bello, non sono l'unica a trovare questa scrittrice entusiasmante, nel senso che, come hai scritto bene tu, è intensa e coinvolgente.
    Ho letto altri libri di Charlotte Link e devo dirti che mi sono piaciuti tutti.
    Piacere di averti conosciuta!
    Lara

    RispondiElimina
  2. Benvenuta sul mio blog Lara, ti auguro un buon 2011

    RispondiElimina
  3. Ciao Mafalda, sono passata per augurarti un Buon Anno Nuovo!!

    RispondiElimina
  4. Ciao Mari, a te e ai tuoi cari, tanti Auguri di un Felice e Sereno 2011!

    RispondiElimina